1. MAGREDI DEL CELLINA
  2. GRETO DEL TAGLIAMENTO
  3. VALLE DEL MEDIO TAGLIAMENTO
  4. CONFLUENZA TORRE MATISONE

I SITI OGGETTO DEGLI INTERVENTI LIFE

Gli interventi di riqualificazione e di ripristino degli habitat, l'adozione dei Piani di gestione e le altre iniziative del Progetto Life fra cui quelle informative e divulgative riguardano 4 Siti di Importanza Comunitaria a carattere magredile della nostra regione. Questi siti presentano molti aspetti comuni fra di loro ma allo stesso tempo altrettanti elementi e peculiarità che contraddistinguono ciascuno di essi.

Il SIC Magredi del Cellina oltre a conservare al suo interno i prati stabili a carattere arido più vasti dell'intera pianura padana sono anche il luogo in cui l'intera sequenza evolutiva che dalla vegetazione pioniera dei greti, passando attraverso i magredi più primitivi arriva fino alle praterie continue più evolute appare meglio rappresentata. Essi costituiscono, per questo, un ambiente unico non solo nel contesto nazionale ma anche europeo.

Il SIC Greto del Tagliamento include un ampio tratto fluviale, fra la stretta di Pinzano e il ponte di Dignano, che risulta essere uno dei meglio conservati. Si tratta di una rilevante porzione del corso d'acqua con andamento naturale nell'ambito di un ecosistema fluviale che già di per sé ha un importanza europea essendo considerato dagli studiosi il Re dei Fiumi alpini. Nel tratto dell'alta pianura in cui si trova incluso, a distanza di soli 20 km in linea d'aria s'incontrano i grandi alvei fluviali ghiaiosi dei torrenti Cellina, Meduna e Tagliamento.

Il SIC Valle del Medio Tagliamento costituisce un nodo importante della Rete Natura 2000 del Friuli Venezia Giulia in quanto cerniera di collegamento fra la regione alpina e gli ambienti planiziali fluviali e perifluviali caratterizzati dalla presenza di ampi greti e dall'area umida costituita dal campo di Osoppo. All'interno di un areale piuttosto limitato è rilevabile un variegato mosaico di ambienti naturali perifluiviali fra cui uno dei tasselli principali è rappresentato dalle ampie distese ghiaiose e permeabili su cui il fiume Tagliamento scorre con il suo caratteristico andamento a rami intrecciati.

Il ruolo ecologico del SIC confluenza dei fiumi Torre e Natisone è riconducibile soprattutto alla sua particolare localizzazione all'interno della regione. Infatti il sistema fluviale nel suo sviluppo longitudinale da nord a sud, mette in comunicazione le Prealpi Giulie alla costa Adriatica. Inoltre tra i SIC regionali con queste caratteristiche è quello che si trova a quota inferiore. È anche il sito posto più a sud e vicino al mare, per questo la sua vegetazione assume connotazioni ancor più spiccatamente termofile. Infine è il sito posto più a Est e che risente quindi della vicinanza dell'altopiano triestino e della landa carsica.

invia una email al Servizio tutela del paesaggio e biodiversità